I nostri Servizi

“La tecnologia è un potente strumento che può essere utilizzato per preservare e valorizzare il nostro passato.”

“La tecnologia è un potente strumento che può essere utilizzato per preservare e valorizzare il nostro passato.”

“La tecnologia è un potente strumento che può essere utilizzato per preservare e valorizzare il nostro passato.”

I nostri Servizi

RICOGNIZIONE E PRE INVENTARIAZIONE

DIGITALIZZAZIONE

POST-PRODUZIONE, METADATAZIONE E CATALOGAZIONE

POST-PRODUZIONE, METADATAZIONE E CATALOGAZIONE

CONDIZIONAMENTO DEGLI ORIGINALI FOTOGRAFICI

CONDIZIONAMENTO DEGLI ORIGINALI FOTOGRAFICI

ARCHIVIO DIGITALE

RICOGNIZIONE E PRE INVENTARIAZIONE

In assenza di un inventario preesistente, è essenziale condurre un'analisi dei contenuti per valutare la coerenza degli oggetti e della documentazione. La fase di pre-inventariazione si effettua, dunque, per quantificare, identificare la tipologia, misurare le dimensioni e valutare lo stato di conservazione del materiale.

RIORDINO FISICO E INVETARIAZIONE

Le attività preparatorie per garantire la corretta conservazione dell'archivio comprendono la pulizia e la sostituzione di tutti i materiali utilizzati per custodire gli originali, come bustine e plasticoni, con materiali conformi alle normative. Questa fase è di particolare importanza poiché una conservazione inadeguata può causare danni irreversibili agli originali. Tutti i materiali consumabili utilizzati rispettano le norme PAT (Photographic Activity Test ISO 14523 e ISO 18916 dell'Image Permanence Institute presso l'Università di Rochester, NY). Inoltre, nell'ambito del condizionamento, viene applicata un'etichettatura a ciascun originale con un codice alfanumerico, noto come "Naming", in sintonia con l'archivio digitale.

DIGITALIZZAZIONE

L’attività di digitalizzazione realizzata con scanner e fotocamere altamente professionali viene eseguita in conformità alle linee guida ed agli standard adottati dal MIC, nonché alle buone pratiche di digitalizzazione. Questo processo mira a creare una copia di conservazione dell'originale fotografico o documentale, considerando la sua intrinseca fragilità. L'obiettivo non è solo la valorizzazione, ma anche la creazione di un duplicato che possa essere utilizzato per la "ristampa" su un supporto simile a quello originale, come vetro o pellicola. Questo obiettivo viene raggiunto mediante una metodologia di scansione che produce file RAW, privi di qualsiasi scelta soggettiva, da cui vengono successivamente estratti i file master e le rappresentazioni destinate alla promozione e fruizione. Per ciascun originale fotografico o documentale vengono generati due file Master: Master RAW/TIFF.

POST-PRODUZIONE, METADATAZIONE E CATALOGAZIONE

Durante il processo di digitalizzazione vengono svolte alcune attività di post-produzione tra cui il ritaglio dei bordi e, se necessario, la regolazione di curve, livelli e correzioni. Su richiesta, è possibile eseguire ulteriori lavori di post-produzione e restaurare digitalmente le opere. Nel processo di metadatazione e catalogazione, vengono inserite informazioni dettagliate per facilitare la ricerca e l'identificazione degli originali. Queste informazioni comprendono: titolo, località, soggetto, data, fotografo/artista/autore, annotazioni e parole chiave. Nel caso di rassegna stampa verrà creato come identificativo un codice alfanumerico univoco per ogni singolo file, composto dall’Acronimo del quotidiano/giornale/rivista e la data di pubblicazione: si crea un vocabolario controllato specifico per la raccolta trattata, e si aggiungono informazioni tecniche. La catalogazione segue una struttura ad albero in directory e sotto-directory basata su categorie tematiche, identificate da un codice d'inventario alfanumerico univoco.

CONDIZIONAMENTO DEGLI ORIGINALI FOTOGRAFICI

Le attività preparatorie per garantire la corretta conservazione dell'archivio comprendono la pulizia e la sostituzione di tutti i materiali utilizzati per custodire gli originali, come bustine e plasticoni, con materiali conformi alle normative. Questa fase è di particolare importanza poiché una conservazione inadeguata può causare danni irreversibili agli originali. Tutti i materiali consumabili utilizzati rispettano le norme PAT (Photographic Activity Test ISO 14523 e ISO 18916 dell'Image Permanence Institute presso l'Università di Rochester, NY). Inoltre, nell'ambito del condizionamento, viene applicata un'etichettatura a ciascun originale con un codice alfanumerico, noto come "Naming", in sintonia con l'archivio digitale.

ARCHIVIO DIGITALE

L’archivio digitale degli originali fotografici sarà creato predisponendo due livelli: Archivio di Conservazione: Questo livello contiene tutti gli originali digitalizzati, compreso il file master in formato RAW. Inoltre, sono presenti i file master in formato TIFF e altri file ad alta risoluzione, utili per la creazione di stampe fotografiche e tipografiche destinate a mostre, cataloghi e altre finalità di conservazione. Archivio di Consultazione Questo livello è progettato per la promozione e la fruizione dei contenuti. I file in formato elettronico sono convertiti in formato JPEG con una compressione medio-alta per garantire un equilibrio ottimale tra qualità e velocità di visualizzazione online.